Crisi del turismo, ripartiamo dall’informazione! I giornalisti di viaggio, di Gist e Neos, lanciano un Manifesto

thumbnailGabriella Poli – La crisi del settore turistico coinvolge anche i giornalisti di viaggio, che con i loro reportage dettagliati sulle attrattive delle destinazioni in Italia e all’estero, costituiscono il motore del flusso dei viaggiatori muovendo di conseguenza l’economia del settore.  GIST e NEOS, associazioni di giornalisti di viaggio,  hanno deciso di lanciare il “Manifesto giornalisti italiani di viaggio e turismo” con l’hashtag #ripartiamodallinformazione.

Continua a leggere “Crisi del turismo, ripartiamo dall’informazione! I giornalisti di viaggio, di Gist e Neos, lanciano un Manifesto”

Dall’informazione unica al pensiero unico. Al TSO per tutti. Al falò dei libri. Il Mondo Nuovo di Huxley è vicino

Gabriella Poli – Comincia ad essere inquietante uno spot televisivo sull’informazione. In pratica i telespettatori sono invitati a non fidarsi delle notizie diffuse dalle fonti cosiddette “libere”, quelle cioè che non basano la loro attività sulla raccolta pubblicitaria, ma che vivono grazie agli abbonamenti e alle deliberazioni spontanee dei lettori o dei radio-tele-spettatori. Ci si dovrebbe, secondo lo spot, fidare soltanto di quanto diffuso dalle fonti ufficiali, quelle di Rai, Mediaset e delle grandi testate editoriali, sostenute da pubblicità e politica.Una situazione assai bizzarra e pericolosa per la democrazia dell’informazione e di conseguenza per il libero pensiero, quello cioè che dovrebbe nascere nella testa di un cittadino, che dopo aver letto la stessa notizia nelle versioni proposte da più fonti, dopo essersi documentato su dietrologie, complottismi e libri di storia (perché, come si sa, la storia continua a ripetersi con gli stessi errori e orrori), decida secondo scienza e coscienza cosa pensare.

Continua a leggere “Dall’informazione unica al pensiero unico. Al TSO per tutti. Al falò dei libri. Il Mondo Nuovo di Huxley è vicino”

Arvedo Arvedi, una cascata di colore

Gabriella Poli – Verona – Sono cascate letterali di colori, foglie fossili, pesci, maschere arcaiche, graffiti primitivi i componenti dell’universo rivelato e rivelatore di Arvedo Arvedi, il conte-artista veronese che racchiude nella sua arte molti mondi: “… dal classico italiano al futurismo, dalle ispirazioni a Pollock, a quelle di Warhol alla sensibilità del mio maestro John David Mooney per la scenografia e composizione. Tutto convive in me e quando dipingo ogni gesto, come un terremoto, fa emergere o inabissare, mescola o cela elementi nuovi e misteriosi”. Continua a leggere “Arvedo Arvedi, una cascata di colore”

L’arte del viaggio durante il coprifuoco

Gabriella Poli – Peschiera del Garda – Reclusi ai domiciliari per Covid 19. Qualcuno o qualcosa ha deciso di mostrare i muscoli al resto del mondo. Ha tirato il sasso, ha nascosto la mano, ha negato. Ma come un boomerang il virus assassino è tornato indietro e ha cominciato a colpire indiscriminatamente. Se è vero, come è vero, che la popolazione umana di tutto il globo si sta contagiando. Continua a leggere “L’arte del viaggio durante il coprifuoco”

“Siede Peschiera bello e forte arnese…”

 

Gabriella Poli – Peschiera del GardaSiede Peschiera bello e forte arnese da fronteggiar Bresciani e Bergamaschi…”. Così scrive Dante nel XX canto dell’Inferno quando riporta la descrizione che Virgilio fa dei suoi luoghi natali e il vagabondaggio della maga tebana Manto, figlia del mitologico indovino Tiresia. Continua a leggere ““Siede Peschiera bello e forte arnese…””