L’amante perfetto

img_20180724_1215547353971282910810781.jpg

Gabriella Poli – Marettimo – Bandito mi aspetta davanti alla porta di casa. Ispido come non mai. Forse un’onda lo ha colto di sorpresa mentre vagava sulla scogliera in cerca di pesce. Nessun convenevole. Apro e mi precede in cucina. Non ho molto nel frigo. Prosciutto e latte. Mangia voracemente. Poi mi reclama a letto. Mi fa stendere supina e mi sale sopra. Appoggia la testa tra i seni, si allunga il più possibile e si addormenta. Profuma di sale e rosmarino selvatico. Mi muovo appena e si sveglia. Mi guarda severo e con gli occhi mi impone di stare ferma, di non disturbare. Dopo un po’ mi abbandono anche io alla notte. All’alba mi sveglio. Come tutti gli amanti perfetti mi ha già lasciato scivolando dal terrazzo sui tetti e poi giù, di nuovo nei vicoli, fino alla scogliera a rincorrere i gabbiani, a contendersi il pesce che i pescatori gettano fuori dalla barca. A fare la serenata a qualche timida gattina. Ma non sono gelosa. Tanto so che ritorna, come ogni sera, come ogni notte. Con le gatte si diverte. Ma con me è amore vero!