Ritorno alle nostre lowlands

Gabriella Poli – Corte de’ frati – Tornare nelle terre basse dell’infanzia, un sabato di agosto quando tutto è immobile per la calura che spacca le pietre, mentre le cicale impazzite stordiscono con il loro frinire. L’odore di incenso ti avvolge appena scendi dall’auto parcheggiata vicino alla chiesa. L’occasione è il funerale di zio Luigi, marito di zia Lina, morta l’altr’anno, sorella di papà Renato mancato vent’anni fa, figli di nonna Adele e nonno Simone, cavaliere di Vittorio Veneto, un ragazzo del 99… Mi sto già perdendo nei ricordi. Vedo la parrocchia nel piccolo comune della bassa cremonese. E’ la stessa dove mi portava in bicicletta zia Chiarina, che la nonna aveva avuto in età avanzata, quando andavo da loro in campagna, nella frazione dei Noci di Corte de’ Frati. Le case che circondano la parrocchiale, piccola e modesta, sono sigillate con gli “scuri” perché il caldo resti fuori. Mi guardo attorno in cerca di volti noti. Nemmeno uno. La mamma riconosce Virginio, un amico di papà.

Continua a leggere “Ritorno alle nostre lowlands”