Tra stelle e pianeti con l’astrofotografia al Rotary di Peschiera e Garda veronese . Presente l’Inner Wheel

Gabriella Poli – Peschiera del Garda – “E quindi uscimmo a riveder le stelle”, scriveva Dante in conclusione del suo Inferno. E lo abbiamo fatto anche noi, dopo la conferenza del Rotary di Peschiera e Garda veronese, presieduto da Christian Pasquetti, sull’astrofotografia tenuta da Andrea Peretti del circolo astrofili veronesi. Una lezione su come osservare e fotografare il cielo con strumenti semplici alla portata di tutti. Anche le rappresentanti del club Inner Wheel locale, Iole Pasquetti, Alda Brunello e la sottoscritta, presidente del club di Peschiera, hanno apprezzato con i rotariani lo straordinario fascino del cielo notturno imparando, sotto la guida degli astrofili, a riconoscere la via Lattea, i pianeti come Giove e Marte, la stella polare e Cassiopea e molte altre suggestioni nel cielo stellato sopra Peschiera del Garda. Continua a leggere “Tra stelle e pianeti con l’astrofotografia al Rotary di Peschiera e Garda veronese . Presente l’Inner Wheel”

Il Rotary di Peschiera omaggia la città con un volume dedicato ad uno dei più illustri arilicensi, il Beato Andrea Gregho

Gabriella Poli – Peschiera del Garda – E’ uno dei personaggi religiosi storicamente più noti del lago di Garda. Andrea Gregho, nato a Peschiera del Garda agli inizi del 1400 e beatificato nel 1749, è annoverato fra le figure gardesane più eminenti che hanno dedicato la loro vita ai bisognosi come sant’Angela Merici, san Daniele Comboni, il beato Giuseppe Baldo, il beato Giuseppe Nascimbeni, la beata Domenica Mantovani. Il Rotary di Peschiera e del Garda veronese ne ha voluto ricordare le gesta con un volumetto, curato da Mauro Bonato, contenente un saggio di Giorgio Maria Cambié: “Beato Andrea da Peschiera apostolo della Valtellina”, presentato in occasione del recente passaggio delle consegne tra il presidente in carica Paolo Scattolini e l’incoming Christian Pasquetti. Continua a leggere “Il Rotary di Peschiera omaggia la città con un volume dedicato ad uno dei più illustri arilicensi, il Beato Andrea Gregho”