Milano-Sanremo, “Papà papà ha vinto il belgiano!”

Gabriella Poli – Sanremo – “Papà papà ha vinto il belgiano, l’italiano è quinto, l’hanno detto al bar mentre mangiavo il gelato”. La Milano Sanremo edizione 111 si consuma ai bagni Lido sotto il sole d’agosto. Federico continua “ha vinto il belgiano” e il papà “si dice belga”. “No mi piace di più belgiano”. E belgiano sia. “Domani vengo con te papà andiamo a vedere la Milano Sanremo?”. “L’hanno già fatta oggi. Domani c’è il Gran Premio ma non è a Montecarlo se no ti ci avrei portato”. “Dai papà allora domani vengo con te a vedere la Milano Sanremo così vediamo il belgiano quando arriva primo”. Il tempo è un optional nel dialogo paradossale di Federico, una manciata di anni appena, col suo papà.

Raccolgo le mie cose ed esco dalla spiaggia. Voglio vederlo anche io questo “belgiano”. Ma è impossibile raggiungere via Roma. Arrivo alle transenne, ci sono solo due poliziotti che aspettano la Maglia Nera. Tutti conoscono i primi arrivati. Ma io voglio celebrare l’ultimo che, anche sapendo di non potercela ormai fare, resiste e con caparbietà pedala fino alla fine dei 305 chilometri. Eccolo finalmente! Una foto e un Bravo che mi esce spontaneo dalla gola. Dopo di lui l’auto con la scritta fine gara! Il suo nome è Julien Duval.

E’ stata la classica più insolita di sempre col caldo insopportabile e un percorso deviato dai limiti di alcuni sindaci. A proposito del primo arrivato è il belga Wout Van Aert. Si sono battuti bene gli italiani, in fuga per quasi tutta la gara: M. Bais (ANS), M. Boaro (AST), A. Tonelli (BCF), D. Cima (GAZ), M. Frapporti (THR). Ripresi prima della Cipressa comincia un alternarsi di fughe con Oss poi scavalcato da Alaphilippe e Van Aert che distanziano il gruppo a tre chilometri da Via Roma. Il belga infine con lo sprint finale si aggiudica la gara

ORDINE D’ARRIVO

Milano-Sanremo 2020:
1. Wout Van Aert (Team Jumbo-Visma)

2. Julian Alaphilippe (Deceuninck – Quick Step)

3. Michael Matthews (Team Sunweb)

4. Peter Sagan (Bora – Hansgrohe)

5. Giacomo Nizzolo (Ntt Pro Cycling)

6. Dion Smith (Mitchelton-Scott)

7. Alex Aranburu (Astana Pro Team)

8. Greg Van Avermaet (Ccc Team)

9. Philippe Gilbert (Lotto Soudal)

10. Matej Mohoric (Bahrain – Mclaren)

Autore: GABRIELLA POLI

Giornalista professionista, iscritta all'Albo professionale dal 1988, ho maturato diverse esperienze nel campo della carta stampata, della radio (Radio RPL, Antenna 3) e della televisione (Rai e Mediaset, Tele Antenna 3). Dottorato internazionale in Tecniche della Comunicazione indirizzo Giornalismo. Sono stata, tra l'altro, direttore di testata giornalistica. Ora mi diletto di argomenti vari quali l'Arte, i viaggi e l'enogastronomia e scrivo libri. (guide di viaggio per la RCS e libri di restauro e arte per l'Editoriale l'Espresso) e romanzi: La sinfonia dei Templari.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...