Racconti brevi

A Sperlonga un trofeo dal futuro

Gabriella Poli – Sulla spiaggia di Sperlonga ho trovato la macchina del tempo. Un piccolo materassino con pupazzi giapponesi abbandonato da qualche bimbo. È bastato legarlo al polso e buttarsi in acqua. E galleggiare. All’improvviso avevo 10 anni e le creste delle onde gioiose di sole erano diventate diamanti sui quali in lontananza veleggiavano le barche. Spalla e ginocchio non dolevano più. E già pensavo alla meraviglia delle altre bambine quando sarei tornata a riva e avrei mostrato il mio trofeo che veniva dal futuro…

Categorie:Racconti brevi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...