La Sinfonia 10. In volo per Gozo

Gabriella Poli – In volo per Gozo – Tutto era pronto per la partenza. Beatrice si accinse a prendere l’aereo da Malpensa per Luqa. Il volo sarebbe durato un paio d’ore poi, una corsa in taxi fino all’imbarcadero, dove con il traghetto, avrebbe raggiunto Mgar. Continua a leggere “La Sinfonia 10. In volo per Gozo”

La Sinfonia 9. L’isola magnetica

Gabriella Poli – L’isolotto di Rok, un lembo di terra apparentemente ostile, rifiutava all’uomo qualsiasi approdo ed era considerato un luogo maledetto. Nessuno degli isolani vi si accostava da molto tempo, un centinaio di anni almeno, dopo le numerose disgrazie che, in passato, erano toccate a coloro che avevano osato avvicinarsi. Molti temerari si erano infatti avventurati verso quella piccola e invisibile terra emersa sempre avvolta nella foschia sotto la quale, però, qualcuno aveva scorto una energia straordinaria e una vivida luce policroma. Continua a leggere “La Sinfonia 9. L’isola magnetica”

La Sinfonia 8. L’ottava di Sìcilo

Gabriella Poli – L’ottava di Sìcilo stava per risuonare nuovamente nella baia in attesa di altre note da assemblare affinché l’armonia si completasse. Viaggiava da molti secoli, da quando era “sfuggita” alla pietra tombale su cui era incisa nell’altipiano dell’Asia Minore, sulla scogliera di Tralles, in onore del nobile defunto. L’antico epitaffio musicale1, risalente al II secolo avanti Cristo, era stato composto dal primo musicista di cui la storia avesse notizia. Continua a leggere “La Sinfonia 8. L’ottava di Sìcilo”

La Sinfonia 7. Cavalieri guardiani

Gabriella Poli – Cavalieri guardiani – «Eccola, arriva» – disse Francesco, discendente del Terribile Rosso di Malta, quando avvistò il vortice dell’ottava nota che stava per risuonare e indicare il percorso da compiere per arrivare a Rok, l’isolotto magnetico che custodiva il segreto potere della musica. Il cavaliere, che vigilava dalla torre del castello di Chambray si affrettò ad avvisare il suo confratello Mike, che avrebbe dovuto guidare, come ogni anno in quel periodo, il luzo maltese fino a Rok, sfruttando l’energia del canto dell’onda magnetica. Continua a leggere “La Sinfonia 7. Cavalieri guardiani”

La Sinfonia 6. La targa scomparsa

Gabriella Poli – La Sinfonia 6 – Beatrice aveva letto della stella sigillo su una targa in pietra apposta sul muro della chiesa di Borghetto di Valeggio che, in seguito ad un restauro, era misteriosamente sparita. L’iscrizione celebrava la presenza in quel luogo dei cavalieri Templari e l’esistenza di un sigillo-talismano, simbolo di un grande segreto ora custodito nel castello di Chambray sull’isola di Gozo. Così, la donna, aveva avuto la certezza che le note da lei percepite dovevano fare parte di quel disegno matematico, filosofico e musicale più grande del quale era fermamente decisa a catturare tutti gli aspetti più reconditi. Continua a leggere “La Sinfonia 6. La targa scomparsa”