“La Storia in cucina” con Carlo Scattolini e l’Inner Wheel di Peschiera

Gabriella Poli – Peschiera del Garda – La Storia dei popoli, la loro cultura, le abitudini, la fisicità, tutto sta in un piatto. “Dimmi cosa mangi e ti dirò chi sei”, un vecchio adagio che spiega in parte come il cibo influenzi il comportamento dell’uomo e sia a sua volta influenzato dall’ambiente circostante, compreso naturalmente clima e posizione geografica.

“La Storia in cucina. Tutto quello che avresti voluto sapere tra i fornelli e non hai mai osato chiedere” è stata una interessantissima conferenza tenuta dallo Storico Carlo Scattolini, socio onorario dell’Inner Wheel di Peschiera, che ha illustrato contesti storici e geografici nei quali in passato sono stati concepiti i piatti della tradizione.

Si parla del passato remoto naturalmente, quello nel quale non c’era luce elettrica o possibilità di viaggiare velocemente e lo scambio delle merci era difficilissimo, o i territori erano percorsi da lunghe teorie di eserciti in guerra. Quel passato che ha creato i piatti della tradizione che attingevano ai prodotti locali elaborati dalla genialità della fantasia popolare ma anche dagli chef delle grandi casate nobiliari. Erano i tempi in cui l’olio serviva principalmente per illuminare le lampade, in cui il cuoio era più importante della carne, in cui il pane bianco era un vero lusso e il pepe costava il doppio dell’oro. Piatti tradizionali come la pearà, la pastissada del caval o di asino, il bollito misto e ancora gli gnocchi dolci con la cannella hanno trovato colte quanto semplici spiegazioni dovute all’epoca storica, alla posizione geografica delle località (vicino o lontano alle zone di passaggio dei mercanti).

Abbiamo accennato a grandi linee all’appassionante racconto di Scattolini, cultore di molte discipline, dall’archeologia all’esoterismo e soprattutto alla storia di un territorio così ricco e interessante quale il nostro lago di Garda e l’entroterra veronese. Ma perché limitarci a questo. Le socie dell’Inner Wheel di Peschiera aspettano con ansia la prossima conferenza del “Primo Cavaliere”.

Autore: GABRIELLA POLI

Giornalista professionista, iscritta all'Albo professionale dal 1988, ho maturato diverse esperienze nel campo della carta stampata, della radio (Radio RPL, Antenna 3) e della televisione (Rai e Mediaset, Tele Antenna 3). Dottorato internazionale in Tecniche della Comunicazione indirizzo Giornalismo. Sono stata, tra l'altro, direttore di testata giornalistica. Ora mi diletto di argomenti vari quali l'Arte, i viaggi e l'enogastronomia e scrivo libri. (guide di viaggio per la RCS e libri di restauro e arte per l'Editoriale l'Espresso) e romanzi: La sinfonia dei Templari.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...