Saperi e Sapori in Val Rabbi ovvero come valorizzare le erbe di montagna. Al via il primo “Zicoria” Festival

Gabriella Poli – Rabbi – Dal 20 aprile al 5 maggio, la Val di Rabbi, nel Parco nazionale dello Stelvio trentino, organizza un festival dedicato alle grandi potenzialità curative e culinarie del tarassaco (o cicoria selvatica) e delle altre erbe spontanee. Un’occasione per riscoprire rimedi e sapori tipici dell’arco alpino.

Rabbi – Dente di leone, dente di cane, soffione, girasole dei prati, cicoria selvatica e, in , zìcoria. Tanti nomi, alcuni buffi e giocosi, per una pianta sempre più nota: il tarassaco. Un fiore leggendario noto fin dall’antichità per le sue proprietà medicamentose, come indica già la sua etimologia (tarakè – agitazione e akos – rimedio): drenanti, depurative, disintossicanti, diuretiche, digestive e antiossidanti.

 Proprio per permettere di riscoprire le grandi potenzialità di questa pianta, assai diffusa nelle nostre montagne, nello splendido scenario della Val di Rabbi, situata lateralmente alla Val di Sole e all’interno del settore trentino del Parco Nazionale dello Stelvio, si terrà dal 20 aprile al 5 maggio il primo Zicoria Festival di Sole. “Una proposta innovativa, costruita attraverso un progetto partecipativo che vuole valorizzare le eccellenze e le peculiarità del territorio, rispettando e coinvolgendo a pieno titolo chi, tale risorsa, la vive ogni giorno” spiega Fabio Sacco, direttore generale dell’APT Val di Sole.

Nelle due settimane del festival, che accoglierà la primavera in montagna, insieme al tarassaco protagoniste saranno le erbe spontanee: oltre ad attività, visite guidate, laboratori creativi, trekking ed uscite in e-bike, ci sarà infatti tanto buon cibo arricchirà di profumi ed allegria tutta la val di Rabbi.

Con il suo sapore lievemente speziato, il tarassaco è infatti molto utilizzato in cucina: dagli antipasti fino ai dessert. Si abbina bene con le verdure, sia a crudo per preparare un’apprezzata insalata primaverile, sia cotte. Anche i petali dei fiori possono contribuire a dare sapore e colore a insalate miste. Messi dentro alla pastella si possono friggere e mangiare croccanti. Spesso, le sue radici e foglie, ma anche il fiore, vengono utilizzati anche per decotti e tisane. Durante il periodo dell’evento, organizzato dall’APT Val di Sole in collaborazione con il consorzio turistico Rabbi Vacanze, cinque ristoranti ed una malga della Val di Rabbi proporranno diversi gustosi piatti con la zicoria grande protagonista.

Il programma completo dello Zicoria Festival di Sole è disponibile su www.valdirabbi.com/it/zicoria-festival-di-sole.

Autore: GABRIELLA POLI

Giornalista professionista, iscritta all'Albo professionale dal 1988, ho maturato diverse esperienze nel campo della carta stampata, della radio (Radio RPL, Antenna 3) e della televisione (Rai e Mediaset, Tele Antenna 3). Dottorato internazionale in Tecniche della Comunicazione indirizzo Giornalismo. Sono stata, tra l'altro, direttore di testata giornalistica. Ora mi diletto di argomenti vari quali l'Arte, i viaggi e l'enogastronomia e scrivo libri. (guide di viaggio per la RCS e libri di restauro e arte per l'Editoriale l'Espresso) e romanzi: La sinfonia dei Templari.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...